Sanità

obesità

Obesità, tassi quadruplicati nei Paesi in via di sviluppo

Nei Paesi in via di sviluppo i tassi di obesità sono quadruplicati negli ultimi trent’anni. E’ quanto emerge da un report pubblicato dall’Overseas Development Institute britannico, secondo cui nel 2008 nei Paesi in via di sviluppo sono state classificate come sovrappeso o obese (ovvero con indice di massa corporea superiore a 25) 904 milioni di persone contro i 250 milioni del 1980.  

Secondo gli studiosi che hanno redatto il report la responsabilità è da attribuire alla crescita del benessere che, a sua volta, è legata a cambiamenti nello stile alimentare - il maggiore incremento dei tassi di obesità e sovrappeso riguarda infatti proprio quei Paesi in via di sviluppo i cui redditi sono in aumento, come l'Egitto e il Messico: gli abitanti di questi Paesi, infatti, negli ultimi 30 anni hanno gradualmente sostituito, a una dieta a base di cereali e fibre e perlopiù vegetale, un’alimentazione più grassa, zuccherata e a base di alimenti di origine animale.

Dal report emerge anche che, nello stesso arco di tempo, a livello mondiale le persone obese o in sovrappeso sono passate dal 23% al 34%.

17 gennaio 2014
TAG
obesità - sovrappeso - ictus - diabete

Articoli correlati