Salute

sonno

Sonno, stress e crisi non fanno riposare gli italiani

disturbi del sonno

Lo stress è diventato nemico degli italiani a tal punto da compromettere la qualità del loro riposo. A svelarlo in occasione della Giornata Mondiale del Sonno è un'indagine di AstraRicerche, secondo cui in Italia i maggiorenni che convivono con una carenza cronica di sonno sarebbero ben 12 milioni.

L'indagine, condotta su un campione di età compresa tra i 18 e i 70 anni, ha rilevato che il 30% degli adulti ha problemi di sonno. Nel 50% dei casi si svegliano spesso durante la notte, mentre il 45% non riposa abbastanza perché si addormenta tardi anche anche se si deve svegliare presto. Nel 40% dei casi a tormentare il riposo sono le preoccupazioni e lo stress vissuto in famiglia o sul lavoro, mentre un 16% di italiani paga in termini di buon riposo la frenesia di giornate trascorse tra troppi impegni e scadenze pressanti. "A causa della crisi economica – ha sottolineato il sociologo Enrico Finzi, presidente di AstraRicerche - lo stress dichiarato dagli italiani è raddoppiato (+118% negli ultimi 6 anni), con conseguenze negative anche sul riposo notturno. Il fenomeno colpisce maggiormente le donne, la fascia di età tra i 35 e i 54 anni, i residenti nel Lazio e al Sud, i diplomati e i membri di famiglie numerose. Con un'aggiunta interessante: non lavorare diminuisce la quantità e peggiora la qualità del sonno".

Ad accusare il colpo, sia fisicamente che psicologicamente, è il 60% degli intervistati. Nell'11% dei casi – soprattutto imprenditori, dirigenti e, più in generale, professionisti – i disturbi del sonno hanno un impatto notevole sulla qualità della vita. Come fare per porre rimedio alla situazione? Secondo Finzi è importante "avere un ritmo sonno-veglia regolare, andando a dormire ogni sera e alzandosi ogni mattina alla stessa ora; evitare di andare a letto se non si è assonnati, oppure di rimanere nel letto se si è ormai svegli". Non solo, anche la comodità del letto e del cuscino, un'alimentazione adeguata e un'attività fisica regolare aiutano a riposare meglio. Se tutto ciò non bastasse ci si può affidare ad altre soluzioni, che non corrispondono necessariamente a farmaci, ma anche a sostanze di origine naturale che aiutano a promuovere il buon sonno.

 

Foto: © Dan Race - Fotolia.com

18 marzo 2014
TAG
sonno - stress - crisi economica - italiani - disturbi del sonno

Articoli correlati