• Assalzoo, Gruppo Giovani imprenditori: Comunichi@mo la filiera zootecnia

    Print

    Ricerca scientifica, crescita sostenibile e qualità dei prodotti sono al centro del convegno che si terrà a Perugia l’8 aprile 2016 dalle 10 alle 16 presso l’aula magna del Dipartimento di agraria dell’ateneo

    Mucche bovini allevamento zootecnia

    Un incontro con ricercatori, imprenditori, esperti del settore distributivo e amministratori con l’obiettivo comune di promuovere le eccellenze della filiera zootecnica, troppo spesso vittima di pregiudizi mediatici costruiti su falsi miti. È questo lo spirito con il quale il Gruppo Giovani Assalzoo (Associazione Nazionale Produttori di Alimenti Zootecnici), ha deciso di promuovere la giornata di confronto e di studio “Comunichi@mo la filiera”, che si terrà nell’aula magna del Dipartimento di agraria dell’Università degli studi di Perugia, a partire dalle 10 fino alle 16.

     

    L’incontro si apre alle 10 con i saluti di Catiuscia Marini (presidente della Regione Umbria), di Alberto Allodi (presidente di Assalzoo) e di Francesco Tei (direttore del Dipartimento di agraria). Agostino Macrì (Unione nazionale consumatori) focalizzerà l’attenzione sulle esigenze del consumatore e sulle carenze comunicazionali della filiera. Giuseppe Pulina, docente dell’Università degli studi di Sassari, membro del Comitato Scientifico per l’Innovazione di Assalzoo e dell’Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali, tratterà il tema delle professionalità coinvolte nell’allevamento in Italia. Sulla ricerca scientifica a supporto della filiera si concentreranno due docenti dell’Università di Perugia, Cesare Castellini (Dipartimento di scienze agrarie, alimentari e ambientali ) e Massimo Trabalza Marinucci (Dipartimento di medicina veterinaria). Del  controllo pubblico come partner della filiera parlerà Massimo Chiovoloni, direttore del Dipartimento di prevenzione Uoc igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche. Sarà poi Paolo Lucheroni, responsabile carni di Pac 2000A Conad, a delineare le scelte comunicazionali della grande distribuzione organizzata.

    I lavori riprenderanno alle 14.30 con Antonio Boschetti, capo redattore de l’Informatore Agrario, che affronta la questione de ‘I drivers della comunicazione’. A conclusione del convegno si terrà una tavola rotonda durante la quale si cercherà di elaborare una strategia di risposta alle esigenze del consumatore. I partecipanti al dibattito saranno Fernanda Cecchini (assessore alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria), Benedetta Mayer (presidente dei giovani di Assalzoo), Francesco Divella (presidente dei giovani imprenditori di Federalimentare), Barbara Bordoni (presidente dei giovani imprenditori dell’Associazione industriali delle carni e dei salumi), Raffaele Maiorano (presidente del comitato di presidenza di Anga - giovani di Confagricoltura), Giuseppe Pulina, Paolo Lucheroni e Agostino Macrì.

    L'incontro fa parte di una tre giorni che vede il Gruppo Giovani di Assalzoo giovedì 7 aprile ospite della Brunello Cucinelli Spa e sabato 9 aprile in visita alle Cantine Grigi a Montefalco e alla città di Assisi.

    red. 04-04-2016 Tag: zootecniaGiovani AssalzooGruppo Giovani Assalzooalimentazione
Articoli correlati
  • Benessere animale, garantirlo per la sostenibilità degli allevamenti

    Per parlare di benessere animale bisogna conoscere a fondo gli animali, soprattutto gli animali da reddito che oggi alleviamo. È necessario tenere presente l’evoluzione che vi è stata come conseguenza della selezione; gli animali di oggi sono...

    14-07-2018
  • L’utilizzo del terzo pasto nell’alimentazione degli ovini da latte

    L’alimentazione al pascolo Il pascolo è un ecosistema fortemente antropizzato, costituito da componenti che sono a loro volta sistemi complessi (animale, vegetazione, suolo, atmosfera). L’animale e il pascolo hanno una forte interazione fra...

    04-07-2018
  • Fao: 20 azioni per trasformare settore agricolo e alimentare

    L'agricoltura sostenibile può aiutare a sconfiggere la fame e la povertà. Lo sostiene l’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao), che ha pubblicato 20 azioni dirette a trasformare il settore agricolo e...

    28-06-2018
  • La produzione di mais in Italia: una sfida per la filiera zootecnica e per il made in Italy

    I dati relativi alle semine di mais nel corso del 2017, che hanno interessato solo 646 mila ettari, e di questi solo 573 mila nel Nord Italia, segnano un nuovo record storico, in negativo, per il nostro Paese: le superfici coltivate a mais non erano mai state...

    09-06-2018
  • Mangimi e sviluppo

    All’altezza della Guinea equatoriale e del Gabon l’aereo inizia la discesa verso PointeNoire, nel Congo francese. C’è ancora luce e colpisce, come già altre volte e per altre zone di questo immenso continente, la selvaggia...

    02-06-2018