Donna e Bambino

bambini

Le mamme che rispondono meglio al pianto dei neonati? Quelle con un'infanzia positiva

La capacità di una mamma di rispondere al pianto di un neonato dipende dalla positività delle esperienze legate al passato: a sostenerlo è uno studio realizzato dai ricercatori della University of North Carolina di Greensboro in collaborazione con i colleghi del Fuller Theological Seminary e della Hebrew University of Jerusalem secondo il quale le donne che hanno avuto esperienze positive - o che hanno completamente superato le difficoltà incontrate - rispondono meglio, una volta diventate mamme, al pianto dei neonati. Lo studio è stato pubblicato su Child Development.  

Per giungere ai loro risultati i ricercatori hanno arruolato nel loro studio 259 donne di diverse estrazioni socio-economiche che sono state monitorate durante la gravidanza e fino ai primi sei mesi dopo il parto. Di queste donne, mediante la somministrazione di questionari e l'esecuzione di interviste, sono state inoltre raccolte diverse informazioni riguardo carattere,emotività ed esperienzevissute.  

Le donne sono poi state sottoposte all'ascolto del pianto di alcuni bambini mentre i ricercatori misuravano loro sudorazione e frequenza cardiaca, e sono infine state intervistate riguardo a cosa pensavano del pianto ascoltato: i dati raccolti hanno così messo in evidenza che non solo le donne che in passato avevano sperimentato episodi di depressione o avevano avuto difficoltà emotive apparivano, durante il pianto dei bimbi, maggiormente  concentrate su loro stesse piuttosto che sulle esigenze dei bambini, ma anche che queste erano le stesse che, da mamme, si mostravano meno sensibili al pianto dei propri neonati.  

"Alcune madri - spiega Esther Leerkes della University of North Carolina, prima autrice dello studio - possono avere bisogno di aiuto per controllare la propria angoscia e riuscire a interpretare il pianto dei bambini come un tentativo di comunicare bisogni o disagio. Rispondere al pianto dei bambini è un compito difficile ma importante". 

Foto: © Subbotina Anna - Fotolia.com

03 ottobre 2014
TAG
bambini - neonati - mamma

Articoli correlati