Donna e Bambino

neonato

Neonati e neopapà: i consigli per rafforzare il legame

Se è vero che per un bimbo, soprattutto se piccolo, la mamma è sempre la mamma, è anche vero che i papà stanno guadagnando sempre più terreno e si stanno rivelando sempre più attenti a soddisfare – e a prevedere - le esigenze dei nuovi arrivati. E' infatti sempre più frequente vedere padri allattare i loro piccoli con il biberon e portarli a spasso con il passeggino o con il marsupio. Se ad alcuni uomini viene spontaneo occuparsi dei propri pargoli, ad altri può però sembrare cosa meno semplice: ecco allora alcuni consigli per rafforzare il legame con i bebè.

Per creare un rapporto con il frugoletto che, una volta arrivato, cambierà per sempre l'organizzazione familiare e la vita di coppia, è bene che i papà inizino a parlare con lui quando è ancora nella pancia della mamma: far conoscere la propria voce è un modo per stabilire un primo ma indissolubile legame.  

Nei primi giorni e nelle prime settimane di vita un neonato è sensibilissimo al tatto e agli odori: per rafforzare il vostro legame è bene tenerlo vicino il più possibile, dondolandolo e parlandogli con calma. Quando avete tempo a disposizione e la temperatura della stanza lo consente,  mettetelo sul petto a contatto diretto pelle-pelle, in modo che possa ascoltare i battiti del vostro cuore e sentire il vostro respiro (entrambi questi fattori risultano calmanti per i bebè perché ricordano loro i momenti della vita intrauterina). Il contatto pelle-pelle aiuta inoltre i piccoli a regolare la loro temperatura corporea, ed è quindi adatto anche - e soprattutto - per i bambini nati prematuri.

Nelle prime settimane e nei primi mesi di vita del piccolo sembra che, al di là della sua mamma, non esista nient'altro. Non vi scoraggiate perché il vostro apporto alla serenità familiare è indispensabile. Partecipate alla cura del frugoletto ogni volta che potete (biberon, pappe, pannolini, bagnetti) sia per aiutare la mamma che per favorire lo sviluppo di un vostro legame con il piccolo. Ricordate che, seppur delicati, i neonati sono più resistenti di quanto appaiono: non abbiate paura di far loro del male. Provate a cambiare il pannolino, a vestirli, a svestirli: col tempo diventerete bravissimi e rinforzerete la vostra relazione con loro.  

Non dimenticare mai che la migliore culla sono le braccia del papà, più forti e salde di quelle della mamma - e spesso meno stanche, soprattutto nei primi mesi di vita del piccolo. Se è ormai scientificamente provato che l'odore del seno e del latte materni siano dei metodi infallibili per calmare un neonato agitato, è vero anche che le braccia di papà sono spesso la migliore culla nella quale addormentarsi.

Foto: © choucashoot - Fotolia.comucashoot 

22 ottobre 2014
TAG
neonato - mascita - bambini - nascita

Articoli correlati