Anziani

cervello

Terza età, il cervello è più allenato se si studia una nuova lingua

anziani

Studiare una seconda lingua può aiutare a invecchiare meglio. A suggerirlo è Ping Li, esperto della Pennsylvania State University che in uno studio pubblicato sul Journal of Neurolinguistics ha analizzato l'effetto sul cervello dello studio di una lingua straniera. Insieme ai suoi collaboratori Li ha studiato con la risonanza magnetica le modificazioni strutturali e funzionali nel cervello dei 39 partecipanti, tutti madrelingua inglese, scoprendo che a qualsiasi età, incluse quelle più avanzate, studiare una lingua straniera permette letteralmente di allenare il cervello, aumentando la forza delle sue connessioni e, di conseguenza, rendendolo più flessibile e più efficiente.

Le risonanze magnetiche cerebrali sono state eseguite sia prima che dopo le 6 settimane di studio della lingua cinese in cui sono stati coinvolti i partecipanti e hanno svelato non solo che chi riusciva ad imparare meglio la nuova lingua aveva un cervello più interconnesso già prima dello studio, ma anche che questi partecipanti erano caratterizzati da connessioni più strette anche dopo le 6 settimane di studio del cinese. Ciò, da un lato, significa che connessioni cerebrali più forti corrispondono a flessibilità ed efficienza maggiori che permettono di imparare più facilmente una nuova lingua. Dall'altro, come spiega Li, dà prova che “come nell'esercizio fisico, tanto più vengono utilizzate aree specifiche del cervello, tanto più cresce e diventa più forte”.

Li e collaboratori non hanno mancato di revisionare anche le conoscenze già accumulate sul tema, arrivando a concludere che probabilmente cambiamenti funzionali di questo tipo corrispondono ai cambiamenti anatomici cerebrali indotti dall'apprendimento di una nuova lingua. “Una scoperta molto interessante – spiega Li – è che, rispetto a studi precedenti, il cervello è molto più plastico rispetto a quanto pensassimo. Possiamo osservare cambiamenti anatomici nel cervello [negli anziani], una notizia molto incoraggianti in tema di invecchiamento”.

 

Foto: © photopitu - Fotolia.com

14 novembre 2014
TAG
cervello - studiare - invecchiamento - lingue

Articoli correlati