Donna e Bambino

vista

Obesità infantile: nei bambini anche la vista è a rischio

I bambini sovrappeso e obesi rischiano un danno alla vista fin da subito. È quanto emerge da uno studio del Bambino Gesù che ha dimostrato, per la prima volta in campo pediatrico, la correlazione tra obesità e danni alla vista. Negli ultimi 20 anni si è assistito a una crescente epidemia di obesità infantile e – conseguentemente - di sindromi ad essa correlate. In Italia il 25% di bambini è sovrappeso, con un picco che si registra nella fascia d’età 9-11 anni, nella quale il 13% della popolazione risulta obesa.

Lo studio portato avanti dai medici del Bambino Gesù ha coinvolto circa 1000 bambini nell’arco di due anni e ha reso evidente l’associazione tra obesità infantile, alterazioni del microcircolo retinico e sviluppo della sindrome metabolica. La percentuale di bambini che presentavano alterazioni della retina è stata del 9% a fronte di una percentuale prossima allo zero nella popolazione pediatrica normopeso.

Numerosi studi nell’adulto avevano già riportato l’associazione tra danno vascolare della retina, obesità e sviluppo di sindrome metabolica. Alterazioni del microcircolo retinico sono state infatti correlate all’insulino resistenza, al diabete di tipo II, all’ipertensione e allo sviluppo della sindrome metabolica. "Il dato emerso - spiega Valerio Nobili, responsabile di malattie epato-metaboliche del Bambino Gesù - sorprende sia per la percentuale, sia per la gravità visto che, qualora trascurata, tale condizione morbosa potrebbe evolvere verso stadi più avanzati fino alla compromissione della vista. I bambini con retinopatia severa avevano inoltre livelli più elevati di trigliceridi, una maggiore insulino-resistenza e un ridotto calo fisiologico notturno della pressione arteriosa sistolica, un indice predittore di ipertensione arteriosa".

 

foto: © kwanchaichaiudom - Fotolia.com

30 dicembre 2014
TAG
vista - obesità infantile - obesità - bambini - peso - retina

Articoli correlati