Donna e Bambino

obesità infantile

Solo una mamma su tre sa che il suo bambino mangia più del dovuto

Non tutti i genitori sanno riconoscere quando i loro bambini hanno problemi di peso. In base ai dati del 2014 del Sistema di Sorveglianza nazionale “Okkio alla Salute”, promosso dal Ministero della Salute/Centro per il Controllo e la prevenzione delle malattie, il 38 per cento delle mamme intervistate non crede che i propri figli siano obesi o in sovrappeso. 

Anche per quanto riguarda abitudini alimentari e attività fisica, la percezione non è sempre giusta. Solo il 29 per cento delle madri pensa che suo figlio mangi troppo e solo il 41 per cento sa che l'attività fisica che i loro bimbi svolgono è insufficiente. 

L’obesità infantile è un problema di notevole rilevanza sociale, è causato da un'alimentazione scorretta e da stili di vita sedentari. Un bambino è obeso se il suo peso supera del 20% quello ideale; in soprappeso se lo supera del 10-20% oppure se il suo Indice di massa corporeo è maggiore del previsto. I genitori sono i destinatari dei consigli dei nutrizionisti che suggeriscono, ad esempio, di far consumare cinque volte al giorno frutta e verdura fuori dai pasti, di limitare il consumo di bibite zuccherate e di far svolgere almeno un'ora di esercizio fisico al giorno.

06 febbraio 2015
TAG
obesità infantile - alimentazione - obesità - alimentazione sana

Articoli correlati