• Europa, calano produzioni agricole e zootecniche

    Print

    La produzione agricola più elevata è stata registrata in Francia, Italia e Germania

    Frutta verdura agricoltura %c2%a9 jpchret   fotolia.com

    Nel 2016 la produzione agricola complessiva dell'Unione Europea è diminuita del 2,8%, a causa del calo delle colture e delle produzioni zootecniche. Lo evidenzia Eurostat, come riportato dalla rivista online World Grain, secondo cui lo scorso anno la produzione agricola europea si è fermata a 405 miliardi di euro, mentre nel 2015 aveva raggiunto i 416 miliardi di euro.

    Il valore dei raccolti agricoli è diminuito del 2,5%, registrando un calo dei prezzi dell'1,8% e dei volumi dello 0,7%. La flessione del 13,5% dei cereali è stata in parte compensata dall’aumento del 23,5% delle patate, del 4,5% delle piante per foraggio e del 2,7% delle colture industriali.

    Il valore della produzione zootecniche è sceso del 3,3%, principalmente a causa della diminuzione dei prezzi, anche se in parte è stata compensata da un incremento dei volumi di bestiame.

    In Europa i costi dei fattori di produzione agricoli (consumi intermedi) sono diminuiti del 3,4%. Ciò è dovuto al calo dell'8,6% dei fertilizzanti e al miglioramento del suolo, alla diminuzione del 7,8% dell’impiego di energia e lubrificanti, alla riduzione del 5,1% dei costi per la manutenzione degli edifici e alla flessione del 2,7% dei costi degli alimenti per animali.

    Tra gli stati membri, con 70,3 miliardi di euro la Francia ha registrato la produzione agricola totale più elevata (il 17% del totale realizzato in Europa), seguita al secondo posto dall'Italia con 53,4 miliardi di euro (13%), poi dalla Germania con 52,9 miliardi di euro (13%), dalla Spagna con 46,6 miliardi di euro (12%), dal Regno Unito con 27,9 miliardi di euro (7%), dai Paesi Bassi con 27 miliardi di euro ( 7%), dalla Polonia con 22,4 miliardi di euro, (6%) e dalla Romania con 15,4 miliardi di euro (4%).

    Rispetto al 2015, lo scorso anno il valore della produzione agricola ha seguito modelli contrastanti tra i diversi stati membri dell’Unione Europea. In termini relativi, l'aumento maggiore è stato registrato in Slovacchia (10,7%), seguita da Polonia (4,6%), Ungheria (4,1%), Repubblica ceca (3,5%) e Croazia (3,4%). Il calo maggiore, invece, è stato registrato in Estonia (-19,8%), seguita dalla Lettonia (-8,3%), dalla Francia (-6,5%), dalla Danimarca (-5,4%) e dalla Slovenia (-5,2%).

    Foto: © JPchret - Fotolia.com

    red. 21-11-2017 Tag: produzione agricolazootecniabestiameraccoltiUnione Europea
Articoli correlati
  • Come gestire una stalla da 20.000 Kg?

    Quando pensiamo al futuro della zootecnia da latte, immaginiamo stalle con performance medie per vacca ben lontane da quelle, pur ragguardevoli, ottenute attualmente. La media delle venti stalle più produttive d’Italia del 2018 è stata di...

    29-07-2019
  • L’agricoltura e l’agroalimentare nel 2018. Alcuni dati dell’Istat

    Soffre la zootecnia. Cereali e ortofrutta in saluteIl prodotto agricolo che ha fatto segnare il miglior andamento è stato il vino. La produzione è cresciuta del 16,2% in volume e di ben il 31,5% in valore. Anche i prezzi sono aumentati...

    23-07-2019
  • Dall’Unione europea nuovi aiuti per il comparto avicolo

    Più di 30 milioni di euro per il settore avicolo colpito dall'aviaria. Da Bruxelles il Comitato di gestione ha approvato nuovi aiuti per la filiera di uova e carni bianche in Italia. Le misure accordate dall'Unione europea, per un ammontare complessivo di...

    20-07-2019
  • Borriello (Ismea): “Bando di finanza agevolata, la zootecnia fra i comparti più coinvolti”

    Il bando per il finanziamento da 100 milioni di euro messo a punto da Ismea ha suscitato grande interesse fra le aziende agroalimentari alla ricerca di maggiore competitività. Tra i settori che più di altri sono stati sollecitati...

    15-07-2019
  • Agroalimentare, in leggera crescita nel primo trimestre

    Buon avvio per il settore agroalimentare nel 2019. Come riporta Ismea, nel primo trimestre il comparto agricolo è caratterizzato dal segno positivo, sebbene il suo contributo sia modesto alla crescita del Pil nazionale, e anche la produzione industriale...

    14-07-2019