• Focus sul ruolo di mangimi e proteine durante 63° Assemblea generale Fefac

    Print
    Allevamenti

    Esaminare il ruolo dei mangimi nel garantire la salute e il benessere degli animali e il futuro della produzione europea di proteine vegetali. Sono i due temi al centro del “Simposio sulla nutrizione animale e sulla strategia europea in materia di proteine” che si terrà dal 20 al 21 giugno 2018 a Lione (Francia) in occasione della 63° Assemblea generale di Fefac (European Feed Manufacturers' Federation), su iniziativa di Fefac e del suo membro francese Eurofac. Durante l’incontro interverranno rappresentanti della Commissione Europea e del governo francese, relatori del mondo dell’allevamento e dell'industria mangimistica ed esperti della comunità scientifica.

    Nel corso della prima giornata, prevista per il 20 giugno, si discuterà del ruolo delle soluzioni mangimistiche nell'assicurare la salute e il benessere degli animali. Il piano d'azione europeo per la salute contro l'antimicrobico-resistenza, pubblicato dalla Commissione Europea nel mese di giugno 2017, sostiene che: “i regimi alimentari che sostengono la salute e il benessere degli animali aiutano a ridurre la necessità di utilizzare antibiotici nelle aziende agricole”. I rappresentanti dell'industria mangimistica, del comparto agricolo e del settore veterinario cercheranno di sviluppare un quadro multidisciplinare che potrebbe fornire un approccio olistico alla gestione della salute animale, in modo da combattere la resistenza antimicrobica all’interno degli allevamenti.

    Il 21 giugno, durante la seconda giornata del simposio, sarà invece affrontato il tema del futuro "EU plant protein plan”, che dovrebbe essere pubblicato dalla Commissione Europea entro la fine del 2018. La Commissione Europea, i rappresentanti del governo francese e gli esperti della filiera del grano e dell’allevamento dell'Unione Europea forniranno il loro parere sulla competitività della produzione europea delle proteine vegetali. Faranno parte della discussione anche altri temi, a partire dall’importanza d’incrementare la produzione e l'accettazione da parte del mercato di fonti proteiche alternative, fino al rilievo strategico di mantenere l'accesso a materie prime importate ricche di proteine per la produzione dei mangimi.

    red. 12-02-2018 Tag: FEFACmangimisalute animaleantimicrobico-resistenzaproteineUnione Europea
Articoli correlati
  • Paraffine negli alimenti, Efsa sollecita l’invio di commenti al suo parere scientifico

    Fino al 17 settembre sarà possibile inviare dei commenti all’Efsa sul suo parere scientifico relativo ai rischi per la salute di uomo e animali per la presenza di paraffine in alimenti e mangimi. L’Autorità europea per la Sicurezza...

    08-08-2019
  • Fefac sostiene l’impegno della Commissione Ue sulla deforestazione

    I produttori mangimi, cereali e semi, alimenti proteici e oli vegetali in difesa delle foreste. Fefac, la Federazione europea dei Produttori di mangimi, Coceral, l’Associazione europea dei Produttori di cereali, riso, semi oleosi, olio d’oliva e oli,...

    29-07-2019
  • Come gestire una stalla da 20.000 Kg?

    Quando pensiamo al futuro della zootecnia da latte, immaginiamo stalle con performance medie per vacca ben lontane da quelle, pur ragguardevoli, ottenute attualmente. La media delle venti stalle più produttive d’Italia del 2018 è stata di...

    29-07-2019
  • Mangimi, al via il corso online dell’Ifif sulle buone pratiche produttive

    Migliorare la sicurezza e la qualità della produzione di mangimi. È questo l’obiettivo del nuovo corso di apprendimento online dell’Ifif, la Federazione internazionale dell’Industria mangimistica, dedicato alle buone pratiche...

    25-07-2019
  • Dall’Unione europea nuovi aiuti per il comparto avicolo

    Più di 30 milioni di euro per il settore avicolo colpito dall'aviaria. Da Bruxelles il Comitato di gestione ha approvato nuovi aiuti per la filiera di uova e carni bianche in Italia. Le misure accordate dall'Unione europea, per un ammontare complessivo di...

    20-07-2019