Victam
  • Usa: aumentano scorte di soia, calano quelle di mais

    Print
    Mais soia

    Negli Stati Uniti le scorte finali di soia sono aumentate, mentre quelle di mais sono in calo. Lo evidenzia il rapporto “World Agricultural Supply and Demand Estimates Report (WASDE)” pubblicato dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (Usda) e illustrato dal sito Successful Farming, secondo cui la notizia avrebbe influenzato i mercati di entrambe le colture, facendo aumentare il valore dei rispettivi futures di marzo.

    Secondo il rapporto, le riserve del mais prodotto negli Usa nel periodo 2017/18 dovrebbero raggiungere i 2.352 miliardi di bushels, una cifra inferiore ai 2,47 miliardi di bushel previsti dal Dipartimento nelle precedenti stime di gennaio e al valore medio di 2,45 miliardi di bushel. Le scorte di soia statunitense dovrebbero, invece, raggiungere quota 530 milioni di bushel. La media si aggira intorno ai 496 milioni di bushel e le stime precedenti dell'Usda indicavano 470 milioni di bushel.

    L'Usda ha anche analizzato la produzione delle due colture a livello globale. Stima che nel periodo 2017/18 il raccolto di mais in Brasile abbia raggiunto i 95 milioni di tonnellate, un valore corrispondente alle precedenti stime del Dipartimento e superiore alla media, che si aggira intorno ai 92,7 milioni di tonnellate. Nello stesso periodo, la produzione di mais in Argentina ha toccato i 39 milioni di tonnellate, una cifra inferiore alle precedenti previsioni dell’Usda, pari a 42 milioni di tonnellate, e al valore medio di 40,4 milioni di tonnellate.

    La produzione brasiliana di soia ha raggiunto i 112 milioni di tonnellate, un valore superiore alla media di 111,6 milioni di tonnellate e alle stime precedenti effettuate a gennaio dall'Usda, pari a 110 milioni di tonnellate. Infine, la produzione di soia in Argentina nel periodo 2017/18 si è attestata sui 54 milioni di tonnellate, un valore superiore alla media, pari a 53,6 milioni di tonnellate, ma inferiore rispetto alle precedenti previsioni dell'Usda di 56 milioni di tonnellate.

    red. 14-02-2018 Tag: soiamaisscorteUSDA
Articoli correlati
  • Usa, in calo resa di mais e soia

    Nella stagione 2018/19 il rendimento del mais e della soia prodotti negli Stati Uniti dovrebbe diminuire. È quanto emerge dal rapporto: “World Agricultural Supply and Demand Estimate (Wasde)” pubblicato l’8 febbraio dal Dipartimento...

    15-02-2019
  • Le previsioni del tempo e la qualità del mais: il caso americano

    Grazie all’impiego di nuovo algoritmo, potrebbe essere possibile prevedere la resa e la qualità dei raccolti di mais. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Agronomy dai ricercatori dell'Università dell'Illinois di...

    12-02-2019
  • Soia americana, il rapporto con l'Italia

    Una delegazione di produttori statunitensi di soia è giunta in Italia per confermare la partnership commerciale tra gli Stati Uniti e il Belpaese. I rappresentanti dell’U.S. Soybean export council (Ussec) - il Comitato per l’export della soia...

    07-02-2019
  • Mais: prezzi in aumento, ma possibili influenze da politiche commerciali internazionali

    Negli ultimi mesi i prezzi del mais sono saliti, ma potrebbero subire un brusco calo a causa di eventuali turbolenze commerciali. Lo evidenzia un articolo pubblicato su World Grain, secondo cui le quotazioni del cereale potrebbero essere significativamente...

    23-01-2019
  • Materie prime, tensioni geopolitiche condizionano il mercato

    La tregua sancita tra Stati Uniti e Cina nella cosiddetta “guerra dei dazi” sta influenzando positivamente i mercati. Lo evidenzia il rapporto “World Agricultural Supply and Demand Estimates” di dicembre pubblicato dal Dipartimento...

    09-01-2019