• Usda, scorte di mais in calo. Crescono quelle di soia e grano

    Print

    Lieve aumento della produzione di soia e mais in Brasile

    Silos %c2%a9 fedecandoniphoto   fotolia.com

    Le scorte statunitensi di mais e soia stanno diminuendo, ma non in misura eccessiva. Lo evidenzia l’ultimo rapporto: “World agricultural supply and demand estimates (Wasde)” pubblicato a marzo dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (Usda) e illustrato dal sito Successful Farming, secondo cui le riserve di mais negli Stati Uniti per la stagione 2017/18 dovrebbero toccare la soglia di 2.172 miliardi di bushel, una cifra inferiore ai 2.352 miliardi di bushel previsti dal Dipartimento nelle precedenti stime di febbraio e al valore medio commerciale di 2.312 miliardi di bushel. Le scorte di soia statunitense dovrebbero, invece, raggiungere quota 555 milioni di bushel, superando la previsione media commerciale di 530 milioni di bushel e la stima di 530 milioni di bushel espressa dall’Usda a febbraio. Infine, il Dipartimento ritiene che le riserve di grano degli Stati Uniti dovrebbero attestarsi intorno ai 1.034 miliardi di bushel, una quota superiore rispetto alla stima media commerciale di 1.015 miliardi di bushel e alle previsioni dell’Usda relative al mese scorso di 1.009 miliardi di bushel.

    Nel rapporto, l’Usda ha anche analizzato la produzione di mais e soia a livello globale. Prevede che la produzione di soia in Argentina nel 2018 raggiunga 47 milioni di tonnellate, un valore inferiore alla media commerciale, pari a 48,36 milioni di tonnellate, e alle previsioni di febbraio dell'Usda, equivalenti a 54 milioni di tonnellate. In Brasile, invece, la produzione di soia dovrebbe attestarsi sui 113 milioni di tonnellate, un valore vicino alla media commerciale di 113,82 milioni di tonnellate e poco superiore alle precedenti stime dell'Usda di 112 milioni di tonnellate.

    Per quanto riguarda la produzione di mais, nel 2018 in Brasile dovrebbe raggiungere 94,5 milioni di tonnellate, un valore più alto della media commerciale di 92,22 milioni di tonnellate e poco più basso dei 95 milioni di tonnellate previsti dall’Usda a febbraio. Il raccolto di mais in Argentina dovrebbe invece toccare quota 36 milioni di tonnellate, un valore vicino alla stima media commerciale di 36,58 milioni di tonnellate, ma più basso della quota di 39 milioni di tonnellate stimata a febbraio dal Dipartimento statunitense.

    Foto: © FedeCandoniPhoto - Fotolia.com

    red. 25-03-2018 Tag: USDAcerealimaissoiamercatoscorte
Articoli correlati
  • Commodities alimentari, a settembre quotazioni in calo

    A settembre i prezzi delle materie prime alimentari sono diminuiti, soprattutto a causa dell’aumento delle scorte dei cereali di base. Ma sono diminuiti anche i listini dei prodotti lattiero-caseari e degli oli vegetali. Lo comunica l’Organizzazione...

    12-10-2018
  • Assalzoo, una strategia di filiera per rilanciare la produzione del mais italiano

    L'obiettivo di risolvere la crisi che attanaglia il settore maidicolo è condivisa da tutti gli attori del comparto agroalimentare e da uno di questi è arrivato un primo passo concreto in questa direzone. Assalzoo, l'Associazione Nazionale tra i...

    10-10-2018
  • Mangimistica mondiale: un mercato da 500miliardi di dollari nel 2023

    Il mercato degli alimenti per animali dovrebbe crescere a un Cagr (tasso di crescita annuale composto) del 4,42%, fino a raggiungere 505,398 miliardi di dollari nel 2023. Lo evidenzia il rapporto: “Animal Feed Market - Forecasts from 2018 to 2023”...

    09-10-2018
  • Frumento, ripresa delle quotazioni nella campagna 2017/18

    La campagna di commercializzazione 2017/18 del frumento si è chiusa registrando una ripresa delle quotazioni all'origine, che rispetto allo scorso anno sono cresciute dell’8,3% per il frumento duro e del 7,1% per il frumento tenero. È quanto...

    05-10-2018
  • Usa, produzione record di soia

    Nel 2018 la produzione di soia negli Usa dovrebbe raggiungere valori record: 4,693 miliardi di bushel, il 7% in più rispetto al 2017. Lo rivela il rapporto “Crop Production” pubblicato il 12 settembre dal Dipartimento dell'Agricoltura degli...

    02-10-2018