Victam
  • IGC: soia verso annata record, in calo la produzione di grano

    Print
    Grano agricoltura %c2%a9 mozzz   fotolia.com

    Previsioni in chiaroscuro per il settore cerealicolo mondiale. Se la produzione di grano e altri cereali è prevista in calo, per il mais e la soia i mercati saranno più dinamici. Sono le indicazioni degli esperti dell'International Grains Council per l'annata 2018/2019.  

    Le condizioni climatiche sfavorevoli nelle regioni chiave per il settore cerealicolo porteranno a una riduzione del 2% della produzione di grano e cereali secondari. Sarà il terzo anno consecutivo in cui il livello produttivo sarà col sengo meno; le stime lo fissano a 2,059 milioni di tonnellate. Un declino particolarmente rapido è previsto per il grano ma anche per l'avena, l'orzo e la segale. Va meglio per il mais, per cui è previsto un aumento di 8 milioni di tonnellate dovuto a un recupero nella produzione in Sud America. In aumento, invece, il consumo globale di questi cereali grazie all'impiego nell'alimentazione (soprattutto per il grano) e per l'uso industriale (per il mais, in particolare). L'incremento è indicato all'1%.  

    Oltre alla riduzione della fornitura di cereali c'è un secondo calo consecutivo per le riserve, in particolare di 46 milioni di tonnellate per il mais e 18 per il grano. Secondo gli esperti le riserve si ridurranno tanto in Cina quanto nei maggiori Paesi esportatori.  

    Per quanto riguarda la soia le tendenze sono diverse. Nel 2017/2018 c'è stato un boom dei consumi ma un calo nella produzione di 11 milioni di tonnellate e pertanto le riserve mondiali, comprese quelle di un Paese chiave come l'Argentina, si sono contratte dell'11%. A fronte delle previsioni ottimistiche in Sud America, la produzione globale di soia potrebbe infatti rimbalzare a un livello record di 359 milioni di tonnellate nell'annata in corso. E se in Cina gli acquisti sono previsti in calo, i volumi di soia potrebbero espandersi comunque grazie agli acquisti di altri Paesi. 

    Infine anche per il riso alcuni indicatori sono positivi. Il commercio globale di riso nel 2018 è previsto in leggera espansione su base tendenziale con 47,5 milioni di tonnellate.

    redazione 02-08-2018 Tag: maisgranosoiaproduzione
Articoli correlati
  • Carni ovicaprine, in crescita produzione ed export

    Nella stagione 2017/18 la produzione di carni ovicaprine è aumentata dell’1,6%, anche se il numero dei capi macellati è diminuito del 3,4%. Lo evidenzia il rapporto “Carne ovicaprina: tendenze e dinamiche recenti” pubblicato...

    23-05-2019
  • Giornata del mais 2019, trinciati e tavolo tecnico permanente al centro dei lavori

    Il 25 gennaio 2019 si è svolta la Giornata del mais, organizzata a Bergamo dal CREA Centro di ricerca Cerealicoltura e Colture Industriali. Il convegno ha visto un’ampia partecipazione da parte di esperti e operatori della filiera a dimostrazione...

    19-05-2019
  • Uova da consumo, produzione italiana pari a quasi 1 miliardo di euro

    Nel 2018 sono stati prodotti in Italia oltre 12,2 miliardi di uova, pari a circa 772 mila tonnellate di prodotto. Lo evidenzia il rapporto: “Il comparto delle uova da consumo 2018” pubblicato dall’Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato...

    29-04-2019
  • Stati Uniti, in ritardo semina di mais e altri cereali

    Negli Stati Uniti le condizioni meteorologiche avverse avrebbero ritardato la semina del mais e di altri cereali utilizzati nella produzione dei mangimi. Lo evidenzia il rapporto “Crop Progress” pubblicato dal Dipartimento dell'Agricoltura degli...

    23-04-2019
  • Mais, impiego di funghi autoctoni efficace contro aflatossine

    L’impiego di funghi autoctoni di Aspergillus flavus incapaci di produrre micotossine potrebbe proteggere le piantagioni di mais dalla contaminazione da aflatossine. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Agronomy Journal dagli scienziati della North...

    06-04-2019