• Fefac, pubblicato rapporto annuale 2017-2018

    Print

    Il documento illustra le misure adottate e i punti di vista della federazione

    Mucche bovini allevamento zootecnia %c2%a9 pavel losevsky   fotolia

    Fefac (European Feed Manufacturers' Federation), la federazione dei produttori europei di mangimi composti, ha pubblicato il documento: Annual Report 2017-2018”, che descrive le iniziative messe in atto nel corso dell’ultimo anno e il punto di vista della federazione sugli argomenti più rilevanti per l'industria mangimistica europea. Il periodo 2017-2018 è stato il primo anno di presidenza di Nick Major, che ha definito come prioritaria la realizzazione della “Visione dell’industria dei mangimi 2030”, un dossier adottato nel 2016 che illustra numerose soluzioni per rendere sostenibili gli allevamenti. Il Presidente Major osserva che il passaggio da un approccio difensivo a un approccio proattivo sta già mostrando i primi risultati, e sottolinea l’importanza del lavoro svolto da Fefac per promuovere la sostenibilità del settore zootecnico.

    Il rapporto fornisce una panoramica delle azioni adottate dalla federazione nel periodo 2017-2018 e le posizioni assunte da Fefac sulle tematiche di maggior interesse per i produttori di alimenti per animali. Ciò include la pubblicazione del documento: “PEFCR Feed for Food-Producing Animals”, che illustra la metodologia da seguire per definire l'impronta ambientale della produzione dei mangimi, l’aggiornamento dei livelli massimi di rame dietetico consentiti negli alimenti per maiali e suinetti, l'accordo politico sui mangimi medicati e il ruolo dell'alimentazione animale nell'ambito del prossimo “Piano europeo delle proteine”.

    La relazione riassume brevemente anche i dibattiti affrontati nel corso della 63° Assemblea generale Fefac, che si è svolta dal 20 al 21 giugno 2018 a Lione (Francia), durante la quale è stato discusso il ruolo dell'alimentazione animale nella gestione della salute del bestiame. Infine, la sezione centrale del documento contiene una selezione delle statistiche elaborate nel 2017 in relazione alla produzione di mangimi composti.

    Foto: © Pavel Losevsky – Fotolia

    red. 06-08-2018 Tag: FEFACzootecniamangimisostenibilità
Articoli correlati
  • Alleanza di filiera: Assalzoo, Anacer, Assitol e Italmopa per costruire una strategia comune

    Un impulso per una nuova collaborazione nella filiera agroalimentare arriva dal Protocollo d'intesa firmato da Assalzoo, Anacer, Assitol e Italmopa. Le quattro associazioni, in rappresentanza di più di trecento aziende, hanno firmato un accordo di...

    09-08-2018
  • Efsa, definite le soglie di rame dietetico nei mangimi per i suini

    Il 23 luglio 2018 è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea l’aggiornamento dei livelli massimi di rame consentiti all’interno degli alimenti per animali. In linea con le raccomandazioni espresse dall'Autorità...

    01-08-2018
  • Fefac: bene accordo Ue-Usa su rafforzamento relazioni commerciali

    La Federazione dei produttori europei di mangimi composti (Fefac - European Feed Manufacturers' Federation) accoglie con favore la dichiarazione congiunta dell’Unione Europea e degli Stati Uniti, che annuncia il rafforzamento delle relazioni commerciali...

    28-07-2018
  • Piano europeo delle proteine: la visione di Fefac

    Fefac (European Feed Manufacturers' Federation) ha pubblicato una scheda informativa che descrive il punto di vista dell’industria mangimistica sul “Piano europeo delle proteine”. La Federazione sottolinea l’importanza di valorizzare le...

    27-07-2018
  • Assalzoo, uno sguardo al futuro

    Mi rivolgo ai carissimi Amici, ai Colleghi, agli Associati ed agli Stakeholder tutti che mi hanno accompagnato in questi sei anni di Presidenza Assalzoo. Quando una lunga, intensa, esperienza di vita (e questa Presidenza per me lo è stata!) giunge al...

    23-07-2018