Victam
  • Benessere animali: il report del Ministero sui controlli 2017

    Print
    Allevamento vacche

    Il Ministero della Salute ha pubblicato le relazioni annuali sui controlli effettuati nel 2017 sul rispetto della normativa in materia di protezione degli animali negli allevamenti e durante il trasporto.

    Benessere degli animali in allevamento
    La relazione: “Benessere degli animali in allevamento. Resoconto dei controlli svolti nell'anno 2017” illustra i risultati delle ispezioni effettuate negli allevamenti dai Servizi veterinari sulla protezione degli animali allevati per le loro produzioni. L’attività ha riguardato: il 33% degli allevamenti di “galline ovaiole in gabbie”; il 27% degli allevamenti di “galline ovaiole a terra”; il 26% degli allevamenti di “galline ovaiole all’aperto”; il 16% degli allevamenti di vitelli; il 18% degli allevamenti di suini; il 20% degli allevamenti di bovini; il 16% degli allevamenti di bufale; il 13% degli allevamenti ovi-caprini; il 18% degli allevamenti di polli da carne; il 10% degli allevamenti di tacchini.
    L’indagine evidenzia che la percentuale dei controlli effettuati soddisfa per quasi tutte le specie la percentuale minima di controlli prevista dal “Piano nazionale benessere animale (Pnba)”, con qualche eccezione: per gli ovi-caprini è pari al 13%, per cui inferiore di due punti percentuali rispetto alla soglia prevista del 15%; per i tacchini la percentuale di controlli effettuati è pari al 10%, mentre dovrebbe raggiungere il 15%; infine, per gli animali da pelliccia non sono pervenuti dati.

    Protezione degli animali durante il trasporto
    La relazione: “Relazione annuale relativa alle ispezioni non discriminatorie sugli animali, sui mezzi di trasporto e sui documenti di accompagnamento, effettuate a norma dell’articolo 27 del Regolamento (CE) n. 1/2005. Anno 2017” descrive le attività di ispezione non discriminatorie condotte dalle Ausl, dagli Uffici veterinari per gli adempimenti comunitari (Uvac), dai Posti di ispezione frontaliera (Pif) e dagli Organi di polizia su animali vivi nelle operazioni di spostamento. Le verifiche eseguite nel 2017 hanno interessato 14.264.860 animali vivi e 611.155 kg di pesci d’acquacoltura, evidenziando un totale di 299 non conformità e la somministrazione di 256 sanzioni amministrative.

    red. 23-09-2018 Tag: benessere animalezootecniaallevamentotrasportocontrolli veterinari
Articoli correlati
  • Ifif e Oie, insieme per promuovere salute e benessere animale

    La corretta alimentazione è essenziale per promuovere la salute e il benessere degli animali. Lo ha affermato la Federazione internazionale dell'industria mangimistica (Ifif) in occasione dell’87ª Sessione dell’Assemblea generale...

    14-06-2019
  • Il ruolo della genomica nella zootecnia del futuro

    La genomica potrebbe svolgere un ruolo fondamentale per lo sviluppo della zootecnia in futuro, aiutando a soddisfare il fabbisogno alimentare di una popolazione globale in continua crescita e, nel contempo, a migliorare il benessere del bestiame. Lo affermano...

    11-06-2019
  • Sanità e benessere animale, al centro dell’87° sessione dell’Oie

    Sanità, benessere animale e sicurezza degli scambi commerciali: sono i temi trattati durante l’87° Sessione dell’Assemblea generale dell’Organizzazione mondiale della sanità animale (Oie), che si è svolta dal 26 al 31...

    07-06-2019
  • Carne e latticini, consumo in aumento in tutto il mondo

    Tra il 2007 e il 2017 il consumo globale di carne è aumentato in media dell'1,9% l'anno e il consumo di prodotti lattiero-caseari freschi del 2,1% l’anno - entrambi i valori sono due volte maggiori rispetto alla crescita demografica. Lo sottolinea...

    02-06-2019
  • Salmonellosi negli avicoli, al via piano nazionale di controllo

    È stato pubblicato il nuovo “Piano nazionale di controllo delle salmonellosi negli avicoli 2019-21”, che ha precedentemente ricevuto l’approvazione della Commissione Europea. Lo comunica il Ministero della Salute, precisando che il...

    30-05-2019