• Gruppo Giovani Assalzoo: viaggio di istruzione in Olanda

    Print
    Agricoltura

    Negli ultimi quattro mesi del 2010 l’attività del Gruppo Giovani di Assalzoo ha sviluppato alcune importanti attività formative, di crescita e di confronto per i componenti del Gruppo. Il previsto programma di formazione per la comunicazione ha comportato lo svolgimento di due incontri dedicati ai temi “La comunicazione per la Leadership” e “Il Coaching in azienda”. Entrambi gli argomenti hanno generato grande interesse e soprattutto il corso di coaching ha fornito elementi nuovi per il dialogo con i collaboratori e la gestione ottimale del proprio team di lavoro.

    Molto interessante per il Gruppo Giovani è stato il viaggio effettuato dall’11 al 13 novembre 2009, in Olanda, con l’obbiettivo di confrontare le realtà operative dell’industria mangimistica olandese con quelle italiane. Il viaggio, organizzato grazie alla collaborazione ed all’ospitalità del gruppo Denkavit, ho comportato un incontro serale con un rappresentate di Nevedi (l’Associazione dei Produttori di Mangimi Olandesi), la visita di un impianto del gruppo For Farmers, una delle più grandi aziende mangimistiche olandesi, la visita della cooperativa Boerenbond Deurne e dell’impianto di produzione del Gruppo Denkavit.

    Grazie alla grande apertura e disponibilità degli interlocutori abbiamo potuto comprendere le numerose differenze presenti tra il sistema produttivo olandese e quello italiano. Il facile approvvigionamento delle materie prime, grazie all’utilizzo del trasporto su nave attraverso i canali navigabili olandesi, è un elemento di differenza importante. E’ inoltre emerso come in Olanda la formulazione dei mangimi sia realizzata attraverso l’utilizzo di molti sottoprodotti provenienti dalle industrie alimentari locali. Questo consente al formulista olandese, in un paese dove la produzione di materie prime agricole è molto limitata, di trovare ingredienti a basso costo al fine di produrre mangimi a costi competitivi. Grande attenzione è stata data anche al minor costo dell’energia elettrica presente in Olanda, ai cortissimi termini di pagamento dei clienti (il termine può arrivare anche solo a sette giorni dalla consegna del mangime), alle norme restrittive contro l’inquinamento azotato che influenza l’economia degli allevatori e le caratteristiche nutrizionali delle diete utilizzate in quel paese.

    Molto interessante è stato anche scoprire come For Farmers, azienda leader della mangimistica olandese, investa tempo e denaro per lo sviluppo della partnership con i propri clienti, attraverso la fornitura di programmi informatici che consentono agli allevatori di monitorare l’efficienza dell’azienda e di facilitarne il management.

    Durante la visita dell’impianto della cooperativa Boerenbond Deurne l’apertura del nutrizionista ci ha permesso di confrontare i costi di produzione di un mangimista locale con quelli che di solito deve gestire un produttore italiano.

    Le ore dedicate poi alla conoscenza  del Gruppo Denkavit ed alla visita del loro impianto, ha permesso di vedere più da vicino le realtà operative e le dotazioni tecniche di un’azienda leader nel suo mercato. Anche la visita degli impianti di For Farmers e di Boerenbond Deurne sono state esperienze molto importanti e tecnicamente molto interessanti per l’elevata efficienza e tecnologia mostrate.

    Il viaggio ha inoltre fornito una grande occasione per tutti i componenti del Gruppo Giovani per trascorrere un po’ di tempo insieme, per conoscersi più a fondo, per discutere e confrontarsi su di alcune tematiche di interesse comune. Abbiamo passato molte ore piacevoli insieme e le attività ricreative hanno anche previsto una divertentissima partita a bowling seguita da una cena tipica.

    Colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta il Gruppo Denkavit per la gentile ospitalità e per aver organizzato operativamente il viaggio.

    Antonio Galtieri – Specialmangimi Galtieri

    Anche quest' anno il Gruppo Giovani Assalzoo si e' mostrato interessato ad allargare i propri orizzonti della  "cultura nel produrre mangimi" ad altri paesi come l' Olanda. L' Olanda è un Paese che ha sviluppato una zootecnia all'avanguardia sfruttando la sua situazione idrogeologica.  Particolare attenzione e' stata rivolta proprio al vantaggio di queste  " autostrade ecologiche" che permettono la navigazione fluviale delle materie prime su chiatte rendendo competitivo l' approvvigionamento. Questo è il primo punto da cui parte la curiosità del Gruppo giovani sulla competitività olandese nel settore zootecnico. Nel corso della prima visita allo stabilimento ForFarmers infatti, sono state rivolte alcune domande ai colleghi olandesi sulla valutazione dei costi di produzione. Sempre sull' argomento costi , è stato aperto un intenso confronto con le nostre aziende, dal quale sono emerse situazioni interessanti; per citarne alcune: la distanza massima della consegna dei mangimi non supera i quaranta chilometri dai siti di produzione; l' assistenza tecnica e veterinaria è monitorata presso gli allevamenti con assidua frequenza attraverso sistemi software collegati in rete; le vendite non subiscono nessun aggiunta di costi commerciali; i pagamenti dei mangimi avvengono per contanti senza aggravio di costi finanziari. Interessante è stata inoltre la visita agli impianti degli stabilimenti ForFarmers, Denkavit e Boerenbond Deurne ai quali va un particolare ringraziamento, dove, a parte l' accoglienza cordiale rivolta al Gruppo Giovani da parte dei dirigenti, è stato spiegato con chiarezza l' intero ciclo produttivo sino al funzionamento dei singoli macchinari rendendo esaustiva ogni domanda rivoltagli. Simpatica e divertente è stata infine la serata gentilmente offerta dalla società Denkavit , dove il Gruppo ha trascorso momenti piacevoli tra amici, dimenticandosi per un momento di essere colleghi di lavoro. Proprio su questi importanti valori si basa l' impegno di Assalzoo che ha formato un Gruppo di Giovani impegnati nel futuro e nella competitività rispettosa delle regole del gioco. Un viaggio , quello in Olanda che ha aperto le porte a nuovi confronti per poter affrontare meglio nuove sfide in un mercato sempre più globale.
     
    Lea Pallaroni - Assalzoo

    Il viaggio in Olanda è stata un’esperienza nuova, che ha unito un intenso programma di lavoro con la possibilità di trascorrere insieme momenti di relax. Non nascondo che molte delle idee più proficue per il futuro del gruppo, nonché utili spunti per l’attività dell’Associazione sono proprio emersi durante i trasferimenti o davanti ad una birra serale!

    Tornando agli aspetti lavorativi, nascosti dietro l’immagine di “giovani”, i componenti del gruppo ne hanno approfittato (quasi in maniera talvolta imbarazzante) per fare una raffica di domande dirette, puntuali e mirate agli operatori olandesi, che hanno dimostrato un’incredibile apertura e disponibilità, complice anche il fatto che il business mangimi è per sua natura legato al territorio e quindi gli oltre 1000 chilometri che separano le due realtà aiutano a mantenere un clima di collaborazione.

    Sono emersi interessanti aspetti, sia commerciali che tecnici che sono serviti da spunto per una riflessione su come è impostato il nostro sistema. Colgo l’occasione per ringraziare il gruppo Denkavit per aver organizzato il viaggio e per la disponibilità.
     
    Michele Liverini – Mangimi Liverini

    Il viaggio in Olanda, organizzato dall’ Assalzoo nel mese di novembre del 2009 , ha costituito un’ importante occasione per poter conoscere da vicino la realtà produttiva del Nord Europa.

    Dal contraddittorio  con i rappresentanti dei due mangimifici visitati sono emersi dati particolarmente interessanti in merito all’organizzazione nord-europea dell’attività produttiva e dell’attività commerciale di un’industria alimentare zootecnica.

    Un aspetto importante riguarda la gestione della logistica che viene ottimizzata attraverso la concentrazione delle consegne nel raggio di 30 km. dal sito di produzione. I mezzi adibiti al trasporto del prodotto finito sono dotati di scarico pneumatico: questo accorgimento permette di  evitare la cosiddetta “ cross – contamination”. Inoltre, le cisterne sono attrezzate con pannelli pubblicitari scorrevoli che trasmettono in successione la reclame delle varie industrie mangimistiche presenti  sul territorio. Mostrano,  all’occorrenza , l’immagine fissa dell’industria per la quale in  quel momento stanno lavorando. Queste soluzioni permettono ai mezzi di viaggiare sempre a pieno carico, ottimizzando al massimo i costi e consentendo, quindi, l’offerta di un servizio molto competitivo.

    Un altro aspetto riguarda l’alta specializzazione degli allevatori; in particolare, gli allevatori di vacche da latte ricevono quotidianamente , tramite e-mail, i dati qualitativi del proprio prodotto conferito alla Centrale del Latte.

    Dal punto di vista commerciale per la gestione della clientela, in entrambi i mangimifici visitati, vengono utilizzati esclusivamente tecnici-alimentaristi, inquadrati nell’organico aziendale, mentre non è presente la figura dell’agente di commercio.

    Il sistema dei pagamenti prevede, per la quasi totalità delle merci acquistate, la regolarizzazione contestuale allo scarico. Le merci vendute possono essere pagate alla consegna, in tal caso viene riconosciuto uno sconto dello 0,7%, oppure entro otto giorni dalla consegna a mezzo bonifico bancario, ed è questa la modalità più frequente adottata dai clienti (circa 80%).

    Rilevante è l’aspetto dell’imposizione fiscale che risulta inferiore a quella italiana ed è pari ad un tasso di circa il 25,5%.
     

    Alessia Pedersini – Cargill

    Il viaggio in Olanda è stata un'esperienza interessante, formativa e divertente. In una parola: entusiasmante!

    Abbiamo avuto l'opportunità  di conoscere un mercato all'avanguardia e diverso dal nostro, e di incontrare realtà di estremo interesse, come il "For Farmers" e la Cooperativa Boerenbond Deurne: visite interessanti, da cui sono uscita certamente arricchita. Approfitto di questo spazio per ringraziare ancora una volta Denkavit, la cui ospitalità ha reso questa esperienza ancora più indimenticabile.

    Pubblicato: Gennaio-Marzo 2010

    Roberto Pavesi 08-03-2011 Tag: mangimiallevamento
Articoli correlati