Victam
  • Carni ovicaprine, in crescita produzione ed export

    Print
    Pecore

    Nella stagione 2017/18 la produzione di carni ovicaprine è aumentata dell’1,6%, anche se il numero dei capi macellati è diminuito del 3,4%. Lo evidenzia il rapporto “Carne ovicaprina: tendenze e dinamiche recenti” pubblicato dall’Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), secondo cui anche se ha una scarsa rilevanza economica tra le produzioni agricole - carne e latte ovini rappresentano insieme poco più dell'1% del valore dell'agricoltura nazionale -, la filiera ovicaprina è considerata strategica per lo sviluppo delle aree svantaggiate e per il ruolo sociale e ambientale che l'attività pastorizia garantisce in termini di presidio dei terreni marginali e tutela della biodiversità.

    Produzione - Secondo l’indagine, l’aumento della produzione di carne a fronte della riduzione dei capi macellati sarebbe dovuto al maggior peso medio dei capi giovani macellati e al maggior numero di capi adulti avviati al macello. Nel 2018 è, infatti, cresciuto del 4,7% il numero di pecore macellate. Rispetto al 2012, lo scorso anno il peso medio degli agnelli è aumentato del 25% e quello dell’agnellone del 44%.

    Consumi domestici - Nell’ultimo quinquennio la spesa delle famiglie italiane per l’acquisto di carni ovicaprine è diminuita per tutte le categorie. In particolare, i consumi delle carni avicole sono scesi del 2%. Rispetto al 2014, le carni ovicaprine hanno registrato perdite di volume pari al 17%. Nel 2018 i consumi di carne ovina sono diminuiti ulteriormente: quelli delle carni di agnello si sono ridotti del 4,5%, mentre quelle di capretto del 2,8%.

    Importazioni – L’Ismea sottolinea che l’import degli animali vivi è diminuito, ma gli animali importati risultano molto più pesanti. Infatti, malgrado il minor numero di capi importati - sceso del 5% -, nel 2018 il peso in termini di carne è aumentato del 6,7%. Per quanto riguarda le importazioni di carni ovicaprine, nel 2018 sono aumentate dell’1,3% rispetto al 2017, malgrado la flessione dei consumi in atto.

    Esportazioni - Le esportazioni di carni ovicaprine sono lievemente aumentate grazie alle produzioni certificate IGP, che sono riuscite a raggiungere nuovi mercati anche grazie ai programmi di promozione e alle nuove tecnologie di packaging.

    redazione 23-05-2019 Tag: carni ovicaprineIsmeaimportazioniproduzionecarneexport
Articoli correlati
  • Comparto suinicolo europeo: calo domanda estera, rallenta mercato

    Nei primi mesi del 2019 il mercato suinicolo europeo ha risentito del calo delle esportazioni in Cina. Lo evidenzia il rapporto: “Suini: tendenze del settore” pubblicato dall’Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare),...

    16-06-2019
  • Del Bravo (Ismea): “Fare della Pac uno strumento a sostegno delle IG italiane”

    Fabio Del Bravo è responsabile della Direzione Servizi per lo Sviluppo Rurale di Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare che ha redatto, in collaborazione alla Fondazione Qualivita, il rapporto annuale sui valori economici e...

    13-06-2019
  • Carne e latticini, consumo in aumento in tutto il mondo

    Tra il 2007 e il 2017 il consumo globale di carne è aumentato in media dell'1,9% l'anno e il consumo di prodotti lattiero-caseari freschi del 2,1% l’anno - entrambi i valori sono due volte maggiori rispetto alla crescita demografica. Lo sottolinea...

    02-06-2019
  • Produzione mondiale cereali, previsto nuovo record nel 2019

    Nel 2019 la produzione mondiale di cereali dovrebbe toccare un nuovo record, raggiungendo 2.722 milioni di tonnellate, 71 milioni di tonnellate in più rispetto al 2018. È quanto emerge dal rapporto “Fao Cereal supply and demand brief”...

    01-06-2019
  • Cereali, aumenta produzione in Europa

    Nel 2019 la produzione europea di cereali dovrebbe aumentare, fino a raggiungere 301 milioni di tonnellate. Lo comunica Coceral (l'associazione europea dei produttori di cereali, riso, semi oleosi, olio d'oliva e oli), secondo cui il raccolto dovrebbe essere...

    29-05-2019