• Sanità e benessere animale, al centro dell’87° sessione dell’Oie

    Print

    L’Assemblea ha approvato tre risoluzioni riguardanti l’Italia

    Oie

    Sanità, benessere animale e sicurezza degli scambi commerciali: sono i temi trattati durante l’87° Sessione dell’Assemblea generale dell’Organizzazione mondiale della sanità animale (Oie), che si è svolta dal 26 al 31 maggio a Parigi (Francia). In rappresentanza dell’Italia ha partecipato Silvio Borrello, Delegato italiano presso l’Oie e Direttore Generale della Sanità animale del Ministero della Salute, mentre il Ministro della Salute, Giulia Grillo, ha inviato un video di saluto all’Assemblea, in cui ha ricordato che l’Italia è stata tra i fondatori dell’Organizzazione e sua convinta sostenitrice sin dalle origini.

    Nel suo intervento il Ministro Grillo ha ribadito l’impegno dell’Italia a combattere le grandi malattie del bestiame, attraverso il contributo tecnico-scientifico degli Istituti zooprofilattici e dei Centri di collaborazione e Laboratori di riferimento Oie. Inoltre, ha toccato il tema della rimozione degli ostacoli alle esportazioni di prodotti di origine animale, e ha appoggiato l’iniziativa d’istituire, nei Paesi aderenti, un Osservatorio Oie per il rispetto degli standard sanitari nel commercio internazionale. Infine, ha ricordato che nel mese di novembre 2020 l’Italia ospiterà, nella città di Catania, la Conferenza della Commissione dell’Oie, a cui parteciperanno 53 Paesi della Regione Europa.

    Nel corso dell’evento, l’Assemblea dei delegati Oie ha approvato tre risoluzioni riguardanti l’Italia:
    - ringraziamento particolare per il sostegno economico diretto all’Oie e per il contributo degli Istituti zooprofilattici sperimentali;
    - riconoscimento dell’Istituto zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana come Centro di referenza Oie per l’anemia infettiva equina;
    - istituzione di due nuovi centri di collaborazione: uno sul benessere animale, nato dal consorzio tra il centro di collaborazione per la formazione, l’epidemiologia, la sicurezza alimentare e il benessere animale dell’Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e del Molise e il Centro svedese per il benessere animale (Scaw). Il secondo per la salute dei mammiferi marini, nato dal consorzio tra il Centro già attivo presso l’Istituto zooprofilattico sperimentale del Piemonte, della Liguria e della Valle d’Aosta e l’Università spagnola di Las Palmas Gran Canaria.

    Il Ministero della Salute dichiara che si tratta di “risultati importanti che rispecchiano il prezioso lavoro di coordinamento che il Ministero della Salute opera in relazione agli Istituti zooprofilattici sperimentali e l’eccellenza della ricerca scientifica in capo agli istituti stessi”.

    In occasione della sessione generale Silvio Borrello, che ricopre anche il ruolo di Capo dei servizi veterinari Italiani, ha incontrato il CVO della federazione Russa e del Giappone e i Direttori del Ministero dell’Agricoltura e dell’Agenzia delle dogane cinesi (Gacc). Inoltre, l’incontro tra il Direttore Borrello, i Direttori degli Istituti zooprofilattici sperimentali e la Direttrice generale dell’Oie, Monique Eloit, si sono rivelati di rilevanza strategica per lo sviluppo di nuovi progetti scientifici e di cooperazione.

    Foto: © Ministero della Salute

    redazione 07-06-2019 Tag: Oiesanitàbenessere animalescambi commercialiministero della Salute
Articoli correlati