• Usa, in calo produzione di mais. Stabile quella della soia

    Print

    Aumenta impiego del grano nei mangimi

    Mais cereali spighe %c2%a9 smereka   fotolia

    Negli Stati Uniti il maltempo ha rallentato la semina di mais e soia, ma ha provocato il calo della produzione soltanto nel caso del cereale. Il raccolto del legume, invece, non dovrebbe aver risentito del ritardo. Lo evidenzia il rapporto “World agricultural supply and demand estimates” pubblicato il 12 giugno dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (Usda), secondo cui il calo della produzione di mais avrebbe determinato un aumento dell’uso del grano nella produzione dei mangimi.

    Mais – Nella stagione 2019/20 la produzione statunitense di mais dovrebbe essere inferiore alle aspettative, fermandosi a circa 13,7 miliardi di bushel - il livello più basso registrato dal periodo 2015/16. Il calo, secondo il Dipartimento, sarebbe dovuto al ritardo nella semina, che avrebbe influenzato negativamente la resa della coltura. Secondo l’Usda dovrebbero diminuire anche le esportazioni, che dovrebbero riportare una flessione di 100 milioni di bushel a causa della sospensione delle vendite correnti e della riduzione della competitività dei prezzi del mais prodotto negli Stati Uniti. In calo anche l’impiego del cereale per la produzione dei mangimi e le scorte, che dovrebbero fermarsi a 1,7 miliardi di bushel. In rialzo, invece, il prezzo medio del mais, che dovrebbe aumentare di 0,50 dollari per bushel, raggiungendo la cifra di 3,80 dollari per bushel.

    Soia – L’Usda prevede che nella stagione 2019/20 le scorte iniziali della soia dovrebbero aumentare, a causa della flessione delle esportazioni nel periodo 2018/19, che dovrebbero registrare un calo di 75 milioni di bushel. Le cattive condizioni meteorologiche hanno ritardato la semina, ma la produzione totale dovrebbe restare invariata, spiega il Dipartimento. Nella stagione 2018/19 dovrebbero crescere sia le importazioni, sia le esportazioni della farina di soia. In rialzo anche il prezzo medio del legume, che dovrebbe aumentare di 0,15 dollari per bushel e raggiungere la cifra di 8,25 dollari per bushel, mentre il prezzo della farina di soia dovrebbe attestarsi sui 295 dollari a tonnellata americana.

    Grano - Nella stagione 2019/20 la produzione di grano invernale sarebbe aumentata di 6 milioni di bushel, fino a raggiungere 1,27 miliardi di bushel. Inoltre, la produzione totale di grano dovrebbe essere cresciuta di 5,8 milioni di bushel rispetto alle precedenti stime. Le esportazioni nel periodo 2019/20 dovrebbero attestarsi sui 900 milioni di bushel, mentre le scorte finali dovrebbero scendere a 1,07 miliardi di bushel. L’impiego per la produzione dei mangimi e l'uso residuo dovrebbero invece crescere di 50 milioni di bushel, a causa della riduzione della produzione di mais. Il prezzo medio stagionale del grano dovrebbe aumentare di 0,40 dollari per bushel, fino a raggiungere 5,10 dollari per bushel.

    Foto: © smereka - Fotolia

    redazione 25-06-2019 Tag: maissoiagranoUSDAproduzione
Articoli correlati
  • Produzione cereali, Usda prevede un aumento del loro utilizzo nel 2019/2020

    Per il 2019/2020 il Dipartimento di Agricoltura degli Stati Uniti ha previsto un aumento dell’utilizzo delle materie prime agricole a 376,9 milioni di tonnellate. Nel suo ultimo report l’amministrazione ha fatto il punto dell’utilizzo, del...

    30-07-2019
  • Fefac sostiene l’impegno della Commissione Ue sulla deforestazione

    I produttori mangimi, cereali e semi, alimenti proteici e oli vegetali in difesa delle foreste. Fefac, la Federazione europea dei Produttori di mangimi, Coceral, l’Associazione europea dei Produttori di cereali, riso, semi oleosi, olio d’oliva e oli,...

    29-07-2019
  • Come gestire una stalla da 20.000 Kg?

    Quando pensiamo al futuro della zootecnia da latte, immaginiamo stalle con performance medie per vacca ben lontane da quelle, pur ragguardevoli, ottenute attualmente. La media delle venti stalle più produttive d’Italia del 2018 è stata di...

    29-07-2019
  • Rete Qualità Mais: micotossine in mais nella campagna 2018

    Il mais è una coltura chiave per il sistema agroalimentare italiano; è elemento portante per l’alimentazione del patrimonio zootecnico, essenziale per quasi tutte le produzioni DOP, simboli del made in Italy alimentare nel mondo. Nonostante...

    26-07-2019
  • Stati Uniti, la maturazione del mais è rallentata

    L’ultimo report del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti dello scorso 8 luglio ha aggiornato le fasi di sviluppo delle colture foraggere. Se la semina del mais è terminata, la coltura subisce ancora gli effetti di una stagione...

    17-07-2019