• Assalzoo plaude all'azione coordinata del Governo per garantire il trasporto delle merci a livello europeo

    Print
    Truck 1501222 1920

    Assalzoo, l’Associazione nazionale tra i Produttori di alimenti zootecnici, apprezza l’impegno della Ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova, e dei Ministri Luigi Di Maio, degli Affari Esteri, Paola De Micheli, dei Trasporti, Vincenzo Amendola, degli Affari Europei, e di tutto il Governo per l’impegno profuso nell’assicurare il trasporto delle merci attraverso il valico di confine del Brennero con l’Austria. In una fase di emergenza come quella che sta affrontando l’Italia, e tutto il suo sistema produttivo, è fondamentale che la rete logistica possa funzionare in piena efficienza e che sia assicurato il transito delle merci, in uscita per i prodotti italiani e in ingresso per quelli esteri.

    Le decisioni delle autorità straniere, infatti, non sono assolutamente giustificabili e vanno ad aggravare la crisi in atto, rischiando di portare al collasso i sistemi produttivi del nostro Paese proprio nel momento in cui stiamo producendo il massimo sforzo per continuare a garantire i livelli produttivi, la sicurezza e la qualità che ha sempre contraddistinto i prodotti italiani. Inoltre, è deprecabile e del tutto inammissibile che in un regime di libero scambio all’interno del mercato unico europeo possano essere decisi blocchi unilaterali o anche solo limitazioni al passaggio delle merci ai confini tra Paesi membri.

    ASSALZOO plaude allo sblocco del valico del Brennero, ma restano preoccupazioni per le difficoltà che continuano a registrarsi al confine con la Slovenia – snodo essenziale per i traffici con l’Est Europa – e per le misure restrittive imposte dalla Croazia, che rappresentano altri punti nevralgici per il nostro import/export.

    Si auspica, pertanto, che venga mantenuta alta l’attenzione e che venga assicurato il massimo impegno della rete diplomatica italiana per una rapida soluzione di questa problematica che rischia di mettere in serio pericolo non solo le nostre esportazioni ma anche le indispensabili importazioni di materie prime di cui il nostro Paese non può fare a meno per mantenere un livello sufficiente dell’attività produttiva ed essenziali all’industria mangimistica per garantire una produzione di mangimi sufficienti per gli animali allevati in Italia, da cui derivano carne, latte, uova e pesce necessari a soddisfare la domanda alimentare.

    A tale scopo si ritiene, tuttavia, prioritario e indispensabile sollecitare anche il deciso intervento delle autorità dell’Unione Europea affinché non venga messo in discussione uno dei pilastri del commercio intracomunitario e si ponga fine a comportamenti assunti da singoli Paesi in netto contrasto con le regole di libero scambio all’interno dell’Unione.

    ASSALZOO continua a monitorare l’attività dell’industria mangimistica, che rappresenta un anello fondamentale della filiera agroalimentare e che rientra fra le attività produttive essenziali che vengono esentate dalle sospensioni stabilite con il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri dell’11 marzo scorso. Motivo per cui è ancora più importante che il transito delle materie prime e dei prodotti finiti possa procedere senza intralci in entrata e in uscita dai nostri confini.

     

    Foto: Pixabay

     

    redazione 15-03-2020 Tag: coronavirusassalzooTeresa BellanovaVincenzo AmendolaPaola De Michelitrasporto mercitrasporti
Articoli correlati