Benessere

dieta

Niente fai-da-te, per dimagrire gli italiani vanno dal dietologo

dieta

Niente Dukan o Tisanoreica: gli italiani non cedono alle promesse delle diete alla moda e preferiscono rivolgersi ad un esperto per seguire un regime dietetico personalizzato. E' questo quanto emerge da un'indagine online condotta da FoodSaver, azienda produttrice di sistemi di confezionamento sottovuoto.

Il 61,9% dei partecipanti ha dichiarato di aver provato almeno una dieta. Il 23,8%, invece, cerca perennemente di dimagrire e affronta piccole rinunce quotidiane piuttosto che affidarsi a diete drastiche. Infatti nel 49,8% dei casi la dieta è studiata con un dietologo o un altro esperto di fiducia, mentre solo il 10,6% degli intervistati sceglie diete fai-da-te come la Dukan o la Tisanoreica. Non vincono nemmeno gli approcci alla Weight Watchers, in cui ci si affida a gruppi di sostegno: per gli italiani quello verso il dimagrimento è un percorso individuale da affrontare con un solo aiuto, quello dell'attività fisica, che viene abbinata alla dieta nel 90% dei casi. Nel 30% dei casi circa, invece, chi vuole dimagrire coinvolge nell'impresa partner, amici o familiari. Ben il 50,6% dei partecipanti ha inoltre dichiarato di aver trovato il programma alimentare ideale cui affidarsi in caso di bisogno. Restano, comunque, delle abitudini difficili da eradicare e che rischiano di far naufragare anche le diete programmate più nel dettaglio: il pranzo domenicale a casa della mamma (nel 34,5% dei casi) e l'happy hour (29,5%).

“Il cibo è il carburante del nostro corpo e quindi è il primo fattore che condiziona positivamente o negativamente la nostra salute – spiega Luccio Lucchin, presidente dell'Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica -. Troppi parlano di diete, e i rischi possono non essere trascurabili, per cui consigliamo di rivolgersi sempre a un medico specialista e a chiedere maggiori informazioni ai medici di base”.

26 settembre 2013
TAG
dieta - alimentazione - italiani

Articoli correlati