• Attenti ai trucchi dei “falsari” alimentari

    Print

    Le misure anti-contraffazione

    Salumi

    Tracciabilità e una firma originale contro i tanti “tarocchi” in giro per il mondo. La contraffazione del Made in Italy alimentare è un mercato parallelo pericoloso, che fattura milioni di euro. E contro il quale scendono in campo i Consorzi a difesa dell'originalità nel piatto. Il Consorzio del Prosciutto di Parma ogni anno investe molte risorse per combattere l’agropirateria e per proteggere la denominazione della Dop e del relativo marchio, la corona ducale, in tutto il mondo.

     

    “Il nostro compito è quello di sottolineare l'originalità della nostra filiera, tutta italiana, che il nostro prodotto è in grado di garantire grazie a una rigorosa tracciabilità. Abbiamo predisposto attività informative a scopo preventivo nei confronti del commercio e azioni di repressione delle frodi attraverso l'attività di vigilanza – spiega Chiara Serena Soffiantini, responsabile Ricerca e Qualità del Consorzio del Prosciutto di Parma -. Cerchiamo nel contempo di tutelare i consumatori”. Sullo stesso piano c'è l'informazione che serve a dare maggiore consapevolezza a chi cerca la qualità. “La corona impressa a fuoco, un segno inconfondibile che contraddistingue il nostro prodotto - ricorda Soffiantini  - e, per il prodotto in vaschetta, il triangolo nero con la corona rappresentano le firma da ricercare per tutelarsi da qualsiasi falsificazione. Sono questi gli elementi che garantiscono al consumatore la qualità e la genuinità del prodotto che sta acquistando”. Oltre al sapore inconfondibile.

     

    co.col. 25-04-2013 Tag: sicurezza alimentareindustriafalsi alimentari
Articoli correlati