Sanità

professioni

Arriva il "bollino" per osteopati, naturopati e chinesiologi

Vi si rivolgono migliaia di italiani, ma chinesiologi, osteopati e naturopati in Italia sono professioni ancora non regolamentate. Adesso arriva la certificazione UNI, l’Ente Nazionale Italiano di Unificazione, per definire il profilo di questi professionisti e per assicurare uno standard di qualità permanente.

Nonostante questi operatori abbiano frequentati corsi per l'ottenimento di diploma necessario all'esercizio, si tratta delle uniche professioni ‘senza albo’ in ambito sanitario, adesso al centro del processo avviato con la legge sulle professioni non organizzate.


“La legge ha rappresentato la risposta italiana all’appello contenuto nella direttiva UE sui servizi che esortava in particolare gli stati membri ad adottare misure che facilitassero il riconoscimento della qualità dei prestatori -spiega Giorgio Berloffa, Presidente dell’Unione nazionale Chinesiologi -. Noi chinesiologi siamo stati i primi ad aprire la finestra sul mondo della salute grazie alla la norma Uni 11475”. Li hanno seguiti a ruota naturopati e osteopati, con le norme UNI 11491 e 11492, ratificate entrambi il 6 giugno.

02 dicembre 2013
TAG
professioni - cura - osteopatia - naturopatia - cure - sanità

Articoli correlati